Molte case ormai dispongono di una rete wireless. Una delle soluzioni più funzionali per estendere la rete domestica, soprattutto quando la rete wireless non copre tutte le stanze della casa, potrebbe essere la l’utilizzo di adattatori Ethernet su rete elettrica. Si tratta di una tecnologia molto semplice che permette di utilizzare la rete elettrica dell’appartamento come una rete dati cablata, attraverso una tecnologia che negli ultimi 10 anni ha fatto passi da gigante.
Anche se gli router wireless di ultima generazione sono notevolmente migliorati, soprattutto con la diffusione della nuova protocollo 802.11n e soprattutto con la diffusione degli ultimi router di classe 802.11ac, gli adattatori Ethernet su rete elettrica possono fornire una soluzione di compromesso soprattutto quando estendere la rete wireless può apparire difficoltoso.
Gli adattatori Ethernet su rete elettrica, infatti, offrono una semplicità e una affidabilità che spesso la tecnologia wireless ancora non può raggiungere. Anche se questa soluzione non è pensata per sostituire completamente una rete Wi-Fi, oppure per sostituire una rete dati cablata (soprattutto se intendete utilizzare la rete dati per applicazioni professionali), si può trattare di una soluzione molto intelligente soprattutto per applicazioni di home video e per le semplici esigenze domestiche.
Kit Powerline: una soluzione semplice e affidabile per estendere la rete domestica usando l’impianto elettrico

Che cos’è un adattatore Ethernet su rete elettrica?

Una rete dati che passa per la rete elettrica è essenzialmente una rete cablata che utilizza i cavi in rame dell’impianto elettrico domestico. Facciamo un esempio pratico: se voi avete il vostro router la nel corridoio e disponete di una Smart TV di ultima generazione nel salotto, se quest’ultimo apparecchio non riesce a connettersi correttamente al vostro router Wi-Fi (oppure semplicemente non dispone di un modulo Wi-fi) e dispone però di una porta Ethernet, gli adattatori Ethernet su rete elettrica vi possono aiutare. Il procedimento in questo caso è molto semplice: attaccate sulla presa elettrica vicino al televisore uno dei due adattatori Ethernet su rete elettrica forniti, connettete il cavo elettrico; nelle vicinanze del router connettete il secondo adattatore Ethernet su rete elettrica e collegate il cavo Ethernet direttamente alla router. Otterrete così un semplice ponte verso il vostro router sfruttando semplicemente le caratteristiche dell’impianto elettrico della vostra casa.
Questa soluzione è quindi quella meno visibile e invasiva, un nuovo approccio a costruire una rete dati senza cavi. Basta acquistare un kit base, che dispone quindi di due adattatori PowerLine e due cavi Ethernet, lo connettete alla vostra rete elettrica e il gioco è fatto. Gli adattatori infatti si riconoscono automaticamente l’uno con l’altro (non sono necessari driver, non sono necessarie procedure lunghe e complicate di configurazione) e si connettono automaticamente, abilitando le trasmissioni dal vostro dispositivo fino al router la, viaggiando da cavo Ethernet connesso ad adattatore, attraverso la rete elettrica cablata nel muro, fino a raggiungere al secondo il secondo adattatore. Quando per la prima volta nel 2001 furono presentati i primi adattatori Ethernet su rete elettrica (standard che prese il nome di HomePlug Powerline), la velocità di trasmissione dei dati era limitata ad un lento valore di 14 Mbps. Ma i nuovi prodotti usciti sul mercato possono supportare anche reti dati nell’ordine del gigabit.

Perché usare un adattatore Ethernet su rete elettrica?

Se avete quindi già una wireless, potreste domandarvi perché utilizzare anche un adattatore Ethernet su rete elettrica sulla vostra rete domestica. Questa tecnologia ha molti vantaggi rispetto Wi-Fi, prima di tutto per la velocità costante di connessione che essa può offrire, per l’affidabilità, per la sicurezza e la facilità di utilizzo.
Lo standard Powerline è una tecnologia ponte, spesso utile per estendere la raggiungere di vita degli apparati di rete quando soprattutto la vostra copertura wireless e debole o quando avete bisogno della massima velocità di connessione possibile (ad esempio per connettere una consolle, oppure un dispositivo di streaming intelligente connesso alla tv). E anche l’ideale per connettere vecchi dispositivi a Internet che non hanno un adattatore Wi-Fi incorporato, evitando ingombranti matasse di cavo nel vostro salotto del e offrendo quindi una soluzione pulita ed efficace per il vostro networking domestico.
La tecnologia Powerline è indubbiamente molto più sicura che la vostra rete wireless. I dati sono infatti mandati attraverso la rete in rame della vostra casa, non possono essere manomessi o intercettati dall’esterno. I moderni di di adattatori Ethernet su rete elettrica consentono anche di proteggere con una password i vostri adattatori, aggiungendo un ulteriore strato di protezione alla vostra rete domestica.

Come funzionano gli adattatori Ethernet su rete elettrica?

Inviare segnali attraverso il cablaggio elettrico del vostro appartamento non è un’idea del 21º secolo. Infatti, le compagnie elettriche hanno cominciato a inviare segnali di controllo sopra la rete principale elettrica sin dagli anni 20 del secolo scorso. Il cablaggio elettrico nelle case in genere può sopportare una vasta varietà di frequenze. Poiché l’elettricità usa segnali a 50/60 Hertz, dati ulteriori possono essere trasportati attraverso lo stesso cavo se utilizzano frequenze più alte, senza causare nessuna interferenza all’erogazione di energia elettrica.
Lo standard originale HomePlug 1.0 (IEEE1901) accelerava il blocco originario dei 14 Mbps, anche se le velocità reali registrate erano più vicine ai 5 Mb per secondo. Negli anni seguenti venne introdotto un aggiornamento che aumentò la velocità massima dell’originale versione 1.0 a 85 Mbps (nel mondo reale le velocità registrate erano di circa 20 Mbps). Nel 2005, un rinnovato standard denominato home placca a fu aumentò la velocità anche di più, raggiungendo i 200 Mb/s (realmente effettivi si raggiungevano gli 80-90 megabit per secondo nei test), offrendo quindi dei valori più che sufficienti per offrire servizi di audio e video streaming domestici: per questo lo standard utilizzò l’acronimo “AV” (sinonimo di audio-video).

Chi produce i migliori kit Ethernet su rete elettrica?

Bisogna capire esattamente che cosa intendiamo per “migliore”. Gli adattatori in se sono ridicolmente facili da installare, quasi letteralmente (Plug-and-play”). Comunque, non sempre sono economici, come ad esempio il dispositivo Linksys Powerline PLEK500 HomePlug AV2, kit che include due adattatori da un muro e che ha un prezzo abbastanza alto, pur offrendo la velocità massima attualmente disponibile sul mercato.
La più vecchia e meno costosa tecnologia AV è ancora disponibile: ad esempio il dispositivo di TP-link WPA4220Kit da 200 megabit per secondo può essere preso per un costo molto inferiore. Non tutti gli adattatori Ethernet su rete elettrica offrono le stesse funzionalità.
In molti casi, i produttori possono stare per sfruttare la tecnologia HomePlug AV2 su prodotti di consumo, ma ultimamente, i migliori adattatori Ethernet su rete elettrica si differenziano e si soprattutto, non solo a livello di caratteristiche, ma soprattutto a livello di qualità costruttiva: più decidete di spendere, maggiori saranno le garanzie per ottenere velocità e stabilità di connessione dei dati.
I Kit Homeplug sono abbastanza economici: tuttavia i modelli più economici non sempre mantengono le prestazioni promesse

Ovviamente non è possibile utilizzare le prese elettriche da muro per nient’altro una volta che avete commesso il vostro adattatore. Infatti, questi adattatori non possono funzionare se sulla stessa presa elettrica connettete un adattatore multipresa. Ci sono però dei dispositivi che consentono anche di avere una presa aggiuntiva pass-through che vi permette di continuare a utilizzare la presa da muro.

LINKSYS PowerLine PLEK500 - Kit di 2 adattatori CPL Homeplug AV2 500 Mbps

Con una velocità nominale di 500 Mbps i kit Linksys sono adatti a moltissimi utilizzi

Gli adattatori Linksys Powerline PLEK500 offrono ottime prestazioni: le velocità reali sono distanti dai 500 Mbps nominali, ma si attistano su valori medi di 80/90 Mbps, comunque del tutto adeguati sia per lo streaming video che per il trasferimento dei file.

Si trova a 93,28 euro in offerta su Amazon

Caratteristiche:

  • NUOVO LINKSYS PLEK500-EU POWERLINE 1-PORT HOMEPLUG AV2 KIT | 2 1-PORT GIGA

Netgear XWNB5201-100PES Kit

Questo kit Netgear consente anche di estendere la rete wi-fi usando le comuni prese elettriche di casa

Il modello Netgear XWNB5201-100PES con Wi-Fi Access point è un kit completo che comprende sia un adattatore ethernet su rete elettrica, nonché un router wifi che supporta il moderno protocollo 802.11n. Se avete necessità di estendere la rete e al tempo stesso non disponete neanche di un router wi-fi, questa può essere un’eccellente soluzione, anche per via del costo contenuto di acquisto. Le prestazioni effettive sono lontante dai 500 Mbps, ma comunque di buon livello e adatte a numerosi usi anche professionali.

Il modello Netgear XWNB5201-100PES con Wi-Fi Access point usa una tecnologia per connettersi a Internet dal vostro router attraverso la rete elettrica, combinandolo con un Access point Wi-Fi per aumentare il range di utilizzo della rete Wi-Fi. In pratica, con un solo kit, si ha la possibilità di ottenere una rete ethernet cablata tramite rete elettrica e un router Wi-Fi di classe N che fornisce ottime prestazioni.

Costa 103,00 euro di listino, ma si trova a 186,00 euro in offerta su Amazon

Caratteristiche:

  • Connessione internet Wi-Fi N veloce dalla presa elettrica
  • Estende la copertura wireless negli spazi non raggiunti dal segnale Wi-Fi
  • Ideale per connettere a Internet in modalità wireless i dispositivi come tablet e smartphone
  • 1 Powerline 500 Wi-Fi Access Point (XWN5001), più 1 Powerline 500 nano (XAV5201), più 2 cavi ethernet, CD
  • Spina elettrica compatibile IT

TP-LINK TL-PA411 KIT Starter Kit con 2 adattatori

Questo kit di Powerline di TP-Link fa onestamente il suo lavoro senza costare troppo. Sono semplici da installare ed economici: il kit TP-Link è un bestseller della categoria.

Siete alla ricerca di una soluzione funzionante da subito senza dovervi impazzire in complicate configurazioni? Questo kit costa davvero poco e senza alcuno sforzo è in grado di essere immediatamente operativo.

Le prestazioni sono decorose e non ovviamente al top, ma perfettamente adatte per tutti gli utilizzi domestici (e non) che non richiedano un utilizzo intensivo di risorse.

Gli adattatori TP-Link TL-PA411 offrono prestazioni nominali inferiori al modello di Linksys, ma costano esattamente la metà. Le prestazioni reali comunque sono nell’ordine dei 40/50 Mbps, del tutto adeguate per la maggior parte degli utilizzi.

Se volete contenere invece la spesa al massimo, scegliete il TP-Link TL-PA411KIT, una soluzione economica ed affidabile che con una spesa intorno ai 30 Euro vi consente di estendere la rete facilmente. Ovviamente le prestazioni sono inferiori rispetto ai modelli precedenti, ma con una velocità reale di circa 20 Mbps consentono comunque di condividere almeno la connessione Internet a più computer nella rete. Sono meno adatti invece per lo streaming video o la connessione Wi-fi, anche se nei test reali consentono almeno di fruire di video e musica in streaming se non in formato FullHD. Un punto a favore di questa soluzione è anche l’estrema flessibilità con cui sono offeti i Kit: si possono acquistare anche con presa elettrica pass-through, oppure in kit composti da più unità ad un prezzo più conveniente.

Si trova a 34,77 euro in offerta su Amazon

Caratteristiche:

  • Tipo di connettore: EU, UK, AU
  • Copertura fino a 300 m
  • Con risparmio energetico
  • Sistema Quality of Service integrato per garantire le applicazioni sensibili come musica, video, VoIP o giochi online
  • Compatibile con sistemi Windows 8, 7, Vista, XP, 2000, Mac, Linux

TP-Link TL-WPA4220KIT AV500

Kit base di PowerLine, abbastanza economico, in grado di offrire discrete performance, conformi al protocollo standard AV-500. Svolgono anche la funzione di wi-fi extender, aggregando le due tecnologie.

Kit base, abbastanza economico, in grado di offrire discrete performance, conformi al protocollo standard AV-500.

Se volete sfruttare la rete elettrica per portare il segnale Internet dove non è coperto dal segnale wi-fi del router e al tempo stesso estendere la rete in manier trasparente (un solo nome di rete wireless con la funzione wi-fi clone), questo è il prodotto indicato. 

Dedicando solo qualche minuto alla configurazione del kit, otterrai ottimi risultati.

Si trova a 49,99 euro in offerta su Amazon

Caratteristiche:

  • Tipo di connettore: EU, UK, US, AR
  • 2 porte Ethernet per la connessione di dispositivi cablati
  • Velocità di trasferimento wireless fino a 300 Mbps
  • Design compatto e discreto, integrabile con presa elettrica
  • Plug & Play: nessuna configurazione richiesta

Quali sono i futuri standard di adattatori Ethernet su rete elettrica?

Oltre agli standard che ho elencato in questo articolo, si stanno facendo strada anche ulteriori evoluzioni. Uno di questi è lo standard HomePlug Green PHY, un subset dello standard già descritto prima AV2. Non si tratta di un protocollo che aumenta in maniera significativa la velocità di connessione. Infatti, lo standard HomePlug Green è attualmente più lento, supportando una velocità di circa dieci megabit al secondo, non ma consente di ridurre fino al 75% i consumi elettrici rispetto allo standard precedente.
Vi chiederete quindi a che cosa serve questo standard. Il nuovo formato è proposto soprattutto per creare una futura “smart grid” di applicazioni di nuovi dispositivi per costruire una rete domotica domestica (spesso conosciuta come Internet of things). Secondo la HomePlug Alliance, lo standard HomePlug Green può essere utilizzato in applicazioni di utilizzo per il dirigente dell’energia per costruire una rete domotica, per connettere elettrodomestici intelligenti, ma trova anche ampio utilizzo soprattutto sui veicoli elettrici di ultima generazione plugin (quelli cioè che si connettono alla presa elettrica per ricaricare le proprie batterie). Grandi produttori come Audi, Bmw, Ford e Volkswagen hanno tutti aderito allo standard HomePlug Green come protocollo comune per controllare le future automobili per comunicare con le loro stazioni di ricarica.
Ultimo, ma meno importante, lo standard HomePlug IEEE1901 è anche parte di una ulteriore evoluzione che convergerà con gli standard wireless esistenti e la connettività Ethernet cablata tradizionalmente conosciuta. Questo garantirà perché anche la conto agibilità dei dispositivi di networking domestico, soprattutto in caso di soluzioni miste fra rete wireless e rete cablata, possano funzionare senza particolari problemi.
I dispositivi domestici intelligenti stanno quindi facendo la loro comparsa sul mercato. Non ci vorrà molto perché diventino una realtà sempre più diffusa.

Ricapitolando: cosa fanno esattamente i dispositivi Ethernet su rete elettrica?

  • Funzionano da convertitori di media: prendono il segnale Ethernet e lo convertono in un segnale speciale che è trasportato attraverso la normale rete elettrica e lo convertono a loro volta
  • fungono da ponte: fanno in modo che tutti gli si dice Ethernet che richiedono una connessione ponte, possono funzionare esattamente come funzionerebbero con una rete Ethernet cablata. Per esempio, si connette rete uno switch o una ad uno di questi dispositivi, anche se avete molti pc connessi, il traffico locale verrà ridirezionato direttamente sull’altro connettore, senza subire grosse perdite di dati e soprattutto con buona velocità
  • i protocolli spanning tree prevengono possibili loop legati alla soluzione ponte. Si tratta di protocolli che impediscono sostanzialmente il segnale si disperda attraverso la rete elettrica
  • criptazione: gli adattatori Ethernet su rete elettrica generalmente forniscono un’opzione per criptare il traffico delle attraverso la vostra rete elettrica domestica e prevengono la possibilità che qualcuno possa intercettare il traffico dati
  • gestione: questa funzionalità, anche se piuttosto semplificata, vi permette attraverso software appositi di poter personalizzare il funzionamento del dispositivo in base alle vostre esigenze. Spesso le utility fornite, oltre alla cifratura dei dati e alla possibilità di impostare una password per connettere i due dispositivi, vi permettono anche di sfruttare le funzionalità avanzate di condivisione di dispositivi USB, oppure altre funzioni tradizionalmente offerte solo dei router Wi-Fi di ultima generazione
  • consentono di creare un bridge wireless: alcuni modelli offrono anche una connessione wireless invece di una porta Ethernet soprattutto per coloro che utilizzano esclusivamente i protocolli Wi-Fi. Questa soluzione può essere un po’ più complicata da configurare ma funziona altrettanto bene.

Quanto sono veloci gli adattatori Ethernet su rete elettrica?

Uno dei problemi con gli adattatori Ethernet su rete elettrica e che spesso sono influenzati da interferenze elettriche. Soprattutto gli elettrodomestici di vecchia generazione o altri dispositivi elettrici connessi alla vostra rete elettrica possono creare interferenze elettriche che influenzeranno negativamente la velocità. Pertanto, non considerate i valori correnti di mercato di 200 megabit per secondo o 500 megabit per secondo troppo seriamente. Anche se collegati nella stessa stanza, non potrete ottenere questo livello di performance. Ma potete raggiungere facilmente i 50 megabit per secondo o anche di più attraverso la casa. Spesso gli utili fornite corretto di questi kit potranno misurare con una certa precisione la velocità effettivamente ottenuta.

Come raggiungere le velocità più alte

Quando la velocità offerta dagli adattatori Ethernet su rete elettrica è deludente, spesso queste sono le cause:
  • distanza, su questo non è possibile intervenire troppo. Un appartamento di medie dimensioni, in genere, non risente eccessivamente di questo problema. Se invece intendete utilizzare questi dispositivi su uffici di dimensioni medio grandi, non otterrete risultati soddisfacenti. Per questo, questa tecnologia appare più indicata per l’utilizzo domestico.
  • Interferenze elettriche derivanti da altri dispositivi. Sfortunatamente, l’unico modo che è possibile utilizzare quando il segnale è disturbato, e quello di disconnettere tutti i dispositivi elettrici nell’area e riconnetterli in un secondo tempo per vedere quali di questi è il colpevole. Una soluzione potrebbe essere quella di spostare i su un’altra presa elettrica un altro punto della casa.
    Utilizzare adattatori multiple essa o “ciabatte”. In questo caso, si connettete uno di questi adattatori su un adattatore multiple essa, potrebbe funzionare correttamente, ma offrire prestazioni nettamente inferiori, giacché il segnale subisce una perdita significativa quando l’adattatore non viene connesso direttamente alla presa elettrica del vostro appartamento.
CONDIVIDI
Esperto di sistemi operativi e soluzioni Microsoft per le aziende, ma anche appassionato di viaggi, automobili e di politica internazionale. Mi occupo di Information Technology da oltre 20 anni.