Difficilmente un comune powerbank resiste alla pioggia e, meno che mai, alle sollecitazioni più estreme. Eppure esistono degli ambiti particolari di utilizzo dove avere a disposizione una batteria di emergenza che sia “a prova di bomba” è davvero necessario. Se siete ad esempio degli sportivi amanti della montagna, oppure avete necessità di visitare spesso un cantiere, oppure dovete portare con voi un caricabatterie su di una imbarcazione, avete necessariamente bisogno di un accessorio pensato per questo utilizzo.

Chi costruisce questo tipo di Power bank, tuttavia, non può limitarsi solamente a creare semplicemente un involucro resistente intorno a gruppi batteria da pochi euro: un caricabatterie di questo tipo deve avere alcune accortezze che lo rendano davvero idoneo a resistere alle sollecitazioni descritte sopra. Ecco alcune caratteristiche chiave:

  • Adozione di materiali davvero resistenti agli urti: bene il metallo, ma solo se è adeguatamente protetto con rinforzi in gomma.
  • Protezione da sovratensione e alte temperature: le batterie lavorano male quando il calore è eccessivo; questi power bank devono essere adeguatamente protetti sotto questo punto di vista.
  • Capacità di operare alle basse temperature: questo si può ottenere solo dotando i caricabatterie portatili shock resistant di gruppi batterie di ottima qualità e di un’adeguata schermatura di esse.

Chiaramente sul mercato esistono decine di modelli, di tutte le dimensioni, forme e caratteristiche. Ho cercato di raccogliere i migliori modelli del 2017, prendendo in considerazione i prodotti più interessanti per ciascun ambito di utilizzo. Buona scelta.

I migliori powerbank impermeabili e resistenti agli urti del 2017

Leggi di più su questi articoli…

 

CONDIVIDI
Esperto di sistemi operativi e soluzioni Microsoft per le aziende, ma anche appassionato di viaggi, automobili e di politica internazionale. Mi occupo di Information Technology da oltre 20 anni.