Un tempo nessuno prestava attenzione allo standard wi-fi del proprio router. Era sufficiente avere una connessione wireless stabile e affidabile per avere già un funzionamento più che soddisfacente della propria rete domestica. Oggi le cose sono un po’ cambiate: con la diffusione della banda larga, delle piattaforme di streaming online tipo Netflix, dei giochi online sempre più sofisticati, le esigenze in termini di prestazioni si sono moltiplicate.

Inoltre, a differenza di un tempo, quando siamo a casa, sono moltissimi i dispositivi che si connettono contemporaneamente a Internet o che scambiano dati con la stampante wireless o con il NAS che contiene la nostra libreria multimediale. Insomma, gli standard wi-fi di tre/quattro anni fa, denominati 802.11g e 802.11n, non reggono più il passo con i tempi.

La tecnologia sta andando avanti in questo settore e fra non molto vedremo arrivare sul mercato anche router aderenti al più recente protocollo 802.11ax, in grado di superare per prestazioni anche con le reti cablate ethernet a 1 Gigabit. Nel frattempo l’autostrada digitale per la banda larga wireless si chiama wi-fi 802.11ac. Vediamo, in breve e senza troppi tecnicismi, come funziona e come capire la velocità effettiva garantita.

wireless-networking-300x225

Un raddoppio delle prestazioni rispetto alle reti 5G basate su 802.11n

E’ una premessa indispensabile: il wi-fi 802.11ac è nato per moltiplicare la banda disponibile rispetto alla vecchia tecnologia wi-fi 802.11n (peraltro ancora molto diffusa su molti router e periferiche wireless). Sfruttando le frequenze a 5 Ghz disponibili, in genere meno affollate, il nuovo standard introduce alcuni meccanismi sofisticati per moltiplicare e ottimizzare il segnale, tanto da raggiungere o teoricamente superare anche la barriera di 1 Gbps come velocità di trasferimento, tradizionalmente appannaggio solo delle connessioni cablate ethernet.

Il vecchio protocollo 802.11n garantiva una velocità teorica massima possibile di circa 150 Mbps con una antenna, raggiungendo un limite teorico di 450 Mbps impiegando tre antenne. Il nuovo protocollo 802.11ac parte invece da un minimo di 450 Mbps per arrivare fino ad un massimo teorico di 2 Gbps e oltre.

Un router 802.11ac non supera la barriera del gigabit

Come spesso accade nel campo del networking, le velocità teoriche raggiungibili dai dispositivi rimangono un fatto più di marketing che di realtà dei fatti. Pur rivolgendosi ai modelli più performanti del mercato, raramente supereremo la barriera del gigabit per secondo, che rimane a tutto’ggi un limite fisico difficilmente superabile. A condizionare le performance dei moderni router wi-fi 802.11ac sono soprattutto le interferenze o gli ostacoli fisici (tipo pareti o altri ostacoli), ma anche fattori di congestionamento della banda, quando molti dispositivi tendono ad utilizzare le stesse frequenze simultaneamente.

Un altro aspetto importante del nuovo protocollo è la retrocompatibilità. Benché per funzionare a piena velocità abbia bisogno di connettersi smartphone, tablet o PC conformi allo standard 802.11ac, è in grado di servire anche le periferiche di vecchia generazione in modo del tutto trasparente, garantendo in ogni caso i massimi teorici prima raggiungibili con lo standrad 802.11n.
In modo molto simile al nuovo protocollo 802.11ax, che deriva appunto dallo standard corrente, l’incremento di performance viene ottenuto segmentando il più possibile la banda e utilizzando un numero maggiore di antenne. Senza scendere troppo nel dettaglio, grazie anche a particolari algoritmi di riduzione del rumore (ovvero i disturbi presenti nel segnale) e ottimizzazione dei vari segmenti di frequenza impegnati, è possibile praticamente sfruttare al massimo la frequenza dei 5 Ghz, moltiplicando la velocità di connessione effettivamente disponibile.

Lo standard 802.11ac per lo streaming video e per il gaming

L’esigenza di un protocollo wireless così veloce deriva proprio dall’esigenza di garantire lo streaming video in alta risoluzione senza rallentamenti o “perdita di frame”. Per garantire quindi la visione di un film in Full HD o in risoluzioni ormai anche maggiori (come lo standard video 4K), è necessario disporre di un router wi-fi performante e che abbia una buona ottimizzazione del segnale. In pratica, il risultato finale è simile a quello che si otterrebbe da una rete cablata a 1 Gbps, anche se nominalmente la velocità è anche superiore.
Un’altra applicazione che ha avuto un notevole incremento è quella delle piattaforme di gaming online ottenute tramite streaming: in altre parole non avremo il gioco installato direttamente sul proprio device, ma costantemente scaricato da Internet man mano che si procede. Ovviamente, oltre ad una robusta connessione a Internet, abbiamo bisogno di una banda wireless sufficientemente performante per seguitare a giocare senza interruzioni dovute al buffering del gioco.

nvidia-grid-beta-640x360
Le piattaforme di gaming online in streaming si stanno diffondendo: richiedono hardware specifico e tanta banda, ma sono il futuro dell’intrattenimento

La magia del protocollo 802.11ac sta nelle antenne

Per ottenere la “magia” i router wi-fi 802.11ac hanno moltiplicato il numero delle antenne a disposizione e potenziato i chip di gestione interna del networking, adottando soluzioni simili, per potenza, a quelle delle CPU in uso sui PC e sui tablet: quindi non è raro vedere impiegato, insieme al tradizionale chip wireless del router, anche CPU multicore con prestazioni di rilievo, indispensabili per garantire una potenza adeguata a molti dispositivi che richiedono connettività contemporaneamente.

La tecnologia “beamforming”

Poiché le antenne di un router 802.11ac sono multidirezionali, grazie alla tecnica di “beamforming”, un router è in grado di capire la provenienza della richiesta di segnale e associarla all’antenna che è orientata in quella direzione: l’idea alla base è quella di ridurre e attenuare i disturbi del segnale e garantire ad ogni dispositivo connesso la massima banda possibile.

Cosa si nasconde dietro l’indicazione di velocità

Quando valuteremo l’acquisto di un router wi-fi 802.11ac, ci accorgeremo che dopo la scritta 802.11AC viene aggiunto un numero, potenzialmente identificativo della velocità teorica raggiungibile. Vedremo quindi la denominazione AC750, AC1200, AC1900 e così via. Si tratta di una denominazione commerciale che serve a far capire, se si impiega la banda a 5 Ghz, qunta velocità teorica al secondo potremo ottenere. Si parte dai 433 Mbit/s di AC750 fino ad arrivare ai 2167 Mbit/s raggiungibili dal miglior router AC in commercio. Una tabella è disponibile anche su Wikipedia. La realtà dei fatti è però ben diversa: al crescere delle prestazioni dichiarate, non corrisponde spesso un reale aumento delle performance effettive. Per ottenere un risultato soddisfacente i terminali che realisticamente offrono il miglior equilibrio fra prezzo e prestazioni sono quelli etichettatti con AC1900 fino ad AC2900.
Uno dei router più veloci del mercato, il Netgear R8000, viene etichettato come AC3200, quindi in grado di raggiungere i 2,6 Mbps, ma questo con un costo decisamente elevato: circa 270€ al momento di questa recensione. Tuttavia, indiscutibilmente, questo è probabilmente il router più veloce del mercato.

In conclusione

Se avete un router fermo al protocollo 802.11n, è arrivato il momento di aggiornarlo. I prezzi dei router 802.11ac sono in costante discesa (ne ho parlato in un post precedente sui router economici). Ad oggi, con una spesa di circa 150€, è possibile acquistare un eccellente modello in grado di garantirvi un consistente progresso in termini di prestazioni reali.

Se però usate il router solo per collegarvi ad Internet e con pochi dispositivi contemporaneamente, probabilmente questo aggiornamento non è necessario. Per sfruttare al meglio tutta questa banda, le vostre esigenze di streaming video e di gaming online devono essere prevalenti. A voi la scelta.

La top 10 dei migliori router wi-fi 802.11ac

Nome del prodotto Valutazione Prezzo
Tp-Link Archer C50 Router Wireless AC1200 Tp-Link Archer C50 Router Wireless AC1200
Semplice, efficace ed economico: ecco in tre parole le caratteristiche migliori di questo riuscito prodotto di TP-Link. Dotato di ottime caratteristiche di networking e di una valida copertura del segnale, pecca un po' nel software di gestione, ma ci si può accontentare visto che (in offerta) può costare anche meno di 50 euro. Recensione
EUR 31,92
Asus RT-AC51U Router Wireless AC750 Dual Band Asus RT-AC51U Router Wireless AC750 Dual Band
Modello entry level nella gamma dei router wi-fi AC di casa Asus, questo modello mi piace per l'equilibrio generale delle funzionalità abbinate ad un prezzo davvero concorrenziale. Il software AiCloud è leggermente ridotto rispetto ai modelli top di gamma, ma comunque sufficientemente potente per rendere la configurazione un gioco da ragazzi. Le prestazioni non deludono e sono ideali per un utilizzo quotidiano anche impegnativo.
EUR 38,01
Asus RT-AC87U Gigabit Router Wireless AC2400 Mbps Asus RT-AC87U Gigabit Router Wireless AC2400 Mbps
Asus RT-AC87U è un router wi-fi top di gamma ideale per una rete domestica: oltre ad una robusta gestione della rete, offre tutta una serie di caratteristiche ideale per essere utilizzato come Media Server e come perfetto complemento del Gaming online. Recensione
EUR 185,75
Asus RT-AC1200GPLUS Dual Band AC1200 MIMO Asus RT-AC1200GPLUS Dual Band AC1200 MIMO
Uscito di recente, questo modello di fascia media di Asus convince per il prezzo ragionevole e per le ottime prestazioni generali, validamente supportate dal ricco software di gestione AiCloud. In questa fascia di prezzo, secondo me, è il miglior router wi-fi AC. Recensione
EUR 64,99
TP-LINK Archer C20i Router Wireless Dual Band AC 750Mbps TP-LINK Archer C20i Router Wireless Dual Band AC 750Mbps
Bello da vedere, economico e affidabile. Questo modello di TP-Link è un mix di buone caratteristiche che lo rendono in assoluto un prodotto fra i più venduti sul mercato. Come molti modelli con questo form factor, non offre una copertura wireless spettacolare, ma comunque soddisfacente per l'utilizzo più comune.
EUR 20,59
Netgear R7000-100PES AC1900 Mbps Nighthawk Netgear R7000-100PES AC1900 Mbps Nighthawk
Il Netgear R7000 è il modello top del marchio pensato per l'utenza domestica e per i videogiocatori incalliti. Come tradizione del produttore, le sue caratteristiche di networking lo rendono un prodotto ben superiore alla media, anche se il software di gestione è un pelino complesso nella configurazione. Il prezzo è elevato, ma non deluderà chi desidera un prodotto di qualità e affidabile.
EUR 146,68
Asus RT-AC3200 Wireless AC3200 Asus RT-AC3200 Wireless AC3200
Ultimo top di gamma nato in casa Asus, nominalmente offre le prestazioni più elevate raggiungibili con questa tecnologia. Pensato per il gaming e per l'utilizzo intensivo, praticamente non teme confronti prestazionali con nessun concorrente. Il software di gestione agevola, fra le altre cose, anche lo streaming in QHD. Difficile riassumere brevemente tutte le sue funzioni: sappiate solo che è il top che potete acquistare (a caro prezzo). Recensione
EUR 220,52
D-Link DIR-850L AC1200 D-Link DIR-850L AC1200
Bello da vedere, efficiente e con un prestazioni sorprendenti anche se privo di antenne. Questo router D-Link mi è sempre piaciuto e mi sento di consigliarlo senza remore se siete attenti al design e dovete poggiare il dispositivo su di una scrivania. Mi piacerebbe un software di gestione migliore, ma non si può avere tutto.
EUR 63,22
Linksys EA6900-EJ AC1900 Linksys EA6900-EJ AC1900
Pensato per un utenza professionale e per i piccoli uffici, nonostante le prestazioni di rilievo il prezzo diq uesto Linksys non è esagerato e perfettamente alla portata anche dell'utenza domestica. Mi piace soprattutto perché offre un firmware di gestione davvero curato in ogni aspetto e perché ha una copertura del segnale nettamente superiore alla media. Consigliato soprattutto per chi lavora.
EUR 141,80
Netgear R8000-100PES AC3200 Nighthawk X6 Netgear R8000-100PES AC3200 Nighthawk X6
Dispositivo di fascia medio-alta di Netgear, questo router ha una copertura del segnale molto ampia e buone prestazioni. Inoltre è facile da usare. Ma non costa poco. Recensione
EUR 226,99
CONDIVIDI
Esperto di sistemi operativi e soluzioni Microsoft per le aziende, ma anche appassionato di viaggi, automobili e di politica internazionale. Mi occupo di Information Technology da oltre 20 anni.