USB 3.1 e USB Type C

    Il connettore di tipo C è il nuovo passpartou per uniformare i connettori dedicati ai dispositivi mobili e per i laptop. Un ovvio vantaggio per ridurre il numero degli accessori.

    Ultima evoluzione in termini di tempo dello standard USB 3.0, il nuovo Bus USB 3.1 è stato introdotto nel 2013 e promette di triplicare i già elevati valori di trasferimento del precedente. Con 10 Gbps teorici e 7.2 Gbps reali è ormai molto più veloce di un’interfaccia SATA2 utilizzata ancora da tanti laptop e PC. Si trova su PC, laptop e convertibili di ultimissima generazione e si differenzia sostanzialmente per adottare due tipi diversi di connettori: uno denominato di Tipo A, identico al vecchio standard 3.0 e quindi retrocompatibile sia con il precedente bus che con lo standard 2.0, un altro denominato di Tipo C, più compatto e adottato soprattutto sugli Smartphone top di gamma di ultima generazione e molti laptop e convertibili (come MacBook e MacBook Pro 2016).

    È in grado di caricare rapidamente una periferica collegata grazie ad una serie di profili energetici più evoluti in grado di superare i tradizionali limiti imposti dallo standard 2.0: per questo si sta diffondendo anche come connettore standard adottato da molti alimentatori esterni e Powerbank, che sono quindi in grado di svolgere la medesima funzione sia per un dispositivo portatile sia per un Laptop.

    Il connettore di tipo C è il nuovo passpartou per uniformare i connettori dedicati ai dispositivi mobili e per i laptop. Un ovvio vantaggio per ridurre il numero degli accessori.

    Fonte: Wikipedia.

    Esperto di sistemi operativi, soluzioni per le aziende e la PA, ma anche appassionato di viaggi, automobili e di politica internazionale. Mi occupo di Information Technology da oltre 20 anni.

    Rispondi