Il 5G è la prossima generazione della tecnologia di rete mobile che succede al 4G. Un po’ come accade con tutte le generazioni prima di esso, il 5G consente di rendere le connessioni dei dispositivi mobili più veloci e più affidabili anche quando più e più dispositivi vanno in linea contemporaneamente.

A differenza del passato, quando le reti mobili avevano solo bisogno del supporto dei telefoni cellulare che venivano impiegati solo per navigare il web ed inviare messaggi di testo, adesso abbiamo ogni sorta di ampiezze di banda disponibili – a cominciare dai dispositivi più impegnativi come i nostri stessi smartphone quando fanno streaming di video in HD, gli smartwatch con i loro piani dati autonomi, le telecamere di sicurezza sempre attive, le automobili sempre connesse a Internet o a guida autonomia e anche numerosi altri dispositivi promettenti come i sensori per il controllo della salute individuale oppure l’hardware necessario per gestire la realtà virtuale.

Dal momento che miliardi di altri dispositivi si connettono al web, l’intera infrastruttura richiede di gestire il traffico non solo per supportare delle connessioni veloci ma anche per sopportare molto connessioni simultanee e garantire una più ampia copertura per questi dispositivi. Questo è il motivo per cui il 5G entra in gioco.

Come il 5G migliora la tua vita

  • Un minimo lag quando si effettua lo streaming dei video o quando si gioca con un videogame
  • Città più sicure con veicoli intelligenti e interconnessi fra loro
  • Accesso praticamente istantaneo a molti file online
  • Dispositivi più piccoli che scaricano di compiti l’hardware locale accedendo a server remoti
  • Nuovi prodotti e applicazioni che richiedono velocità ultrarapide
  • Connessione a Internet affidabile in aree remote

Quanto è differente il 5G dalle altre generazioni?

Il 5G è semplicemente la prossima generazione numerata che segue al 4G, che ha a sua volta sostituito le tecnologie più vecchie.

  • 1G ha introdotto la voce analogica
  • 2G ha introdotto la voce digitale
  • 3G ha introdotto le connessioni dati sulle reti mobili
  • 4G ha gettato le basi per un diffuso utilizzo di Internet ovunque

Quando uscirà il 5G?

La finestra di tempo quando il 5G sarà disponibile dipenderà molto dall’area dove vivi ma anche dagli operatori mobili disponibili: alcuni di loro già offrono il servizio nelle grandi città, ma è logico pensare che si estenderà in tutte le zone del paese.

In altri paesi del mondo, pur con qualche difficoltà, sta prendendo piede rapidamente, anche negli USA dove storicamente le reti sono più difficili da implementare e distribuire.

I telefoni 5G disponibili sul mercato sono un’altra componente importante delle nuove reti cellulare di quinta generazione perché non tutti i telefoni potranno connettersi a questa nuova tecnologia, ma solo quelli che la supportano a pieno. Ci sono già diversi dispositivi 5G (non moltissimi ma stanno aumentando rapidamente) già presenti sul mercato, altri verranno fuori nel tempo.

Per cosa è utilizzato il 5G?

Questa cosa può apparire ovvia considerando quanto siano omnipresenti gli smartphone, ma finché i telefoni saranno il componente principale delle comunicazioni mobili, certamente saranno i dispositivi che godranno della maggiori attenzioni per le reti 5G.

Come vedrai dopo, i componenti chiave del 5G sono connessioni ultraveloci e ritardi minimi di risposta. Anche se questo, naturalmente, è molto importante negli scenari dove minimizzare i ritardi è particolarmente importante, come quello di un futuro di dispositivi molto interconnessi fra loro.

Una delle applicazioni che ci si aspetta è quella della realtà aumentata e dei dispositivi di realtà virtuale che la supportano. Questi dispositivi hanno bisogno di un ammontare enorme di banda e richiedono di comunicare su Internet il più velocemente possibile per garantire gli effetti attesi. Ogni latenza può drasticamente impattare sulla sensazione di quanto siano “reali” le cose in questi ambienti.

Lo stesso di applica agli altri dispositivi che richiedono di rispondere rapidamente, come le auto a guida autonoma per evitare improvvise collisisioni e capire propriamente i vari cambiamenti di direzione, per tutto l’hardware gestito da remoto e per i sistemi robotici che imparano o si poggiano su un sistema di controllo remoto.

Ciò detto, il 5G sta ancora spianando la strada per una connettività più veloce ed efficiente per i dispositivi impiegati nella vita di tutti i giorni, come anche quelli per il gaming, per effettuare videochiamate, per fare streaming video, per scaricare un file, per condividere media in HD o in 4K, per ricevere aggiornamenti del traffico in tempo reale, per il vLogging e per molto altro ancora.

Il 5G è così veloce che non è solo disponibile sui dispositivi mobili. Ha anche il potenziale di sostituire completamente le connessioni cablate ad alta velocità attraverso una connessione senza fili!

Come funziona il 5G?

Come altri metodi di comunicazione wireless, il 5G invia e riceve i dati in uno spettro radio. Comunque, a prescindere di quello che sia stato usato per il 4G, il 5G usa frequenze più alte (onde millimetriche) sullo spettro radio per raggiungere velocità ultrarapide.

L’aspettò negativo di questo è che queste frequenze sperimentano molte più interferenze di cose come alberi ed edifici e certe volte anche di oggetti molto più piccoli come le persone. Questo vuol dire che delle piccole torri di celle posizionate strategicamente sono richieste per diffondere la rete all’interno della città.

Comunque, non tutti gli operatori di rete mobile lavorano nello stesso modo. Alcune aziende fanno uso d’altro canto dello spettro radio in modo tale che torri di celle possano raggiungere aree più ampie e attraversare i muri, ma con qualche compromesso legato alle velocità più basse.

Specifiche del 5G: velocità e latenza

Tutto ciò che sia collegato alle comunicazioni mobili è più veloce, dalla velocità in cui puoi effettuare il download e l’upload di dati ad un numero di dispositivi che può connettersi ad Internet allo stesso tempo.

Una cella 5G, che è quella che trasmette e riceve dati mobili, che supporta velocità di almeno 20 Gb/s per i download e 10 Gb/s per gli upload, la cui latenza è più bassa di 4 ms o meno.

Comunque, in molte situazioni, questo si potrebbe tradurre nel mondo reale in velocità di 100 Mb/s (pari a 12.5 MB/s) e 50 Mb/s (pari a 6.25 MB/s), rispettivamente, ma può facilmente fluttuare in su o in giù a seconda della varietà di circostanze. A titolo di paragone, la velocità media di download in molte zone del nostro paese si attesta intorno ai 30 Mbps, che è senza dubbio molto meno di quello che il 5G può offrire.,

A titolo di esempio, la situazione ideale dove le velocità del 5G siano più veloci di 1 Gb/s, si potrebbe scaricare un film da 3 GB sul proprio telefono in meno di 24 secondi, oppure caricare un video su YouTube da 1 Gb in circa 8 secondi.

5G supporta numerosi dispositivi

Come minimo, il 5G supporta 1 milione di dispositivi per ogni kilometri quadrato. Questo significa che all’interno di questo ammontare di spazio, la rete è capace di connettere uno straordinario numero di 1 milione o più dispositivi ad Internet allo stesso tempo.

Questo tipo di scenario può sembrare difficile da raggiungere anche considerando le megalopoli con più abitanti: basti pensare che città come Manila nelle Filippine o Mumbai in India ospitano dalle 70.000 alle 110.000 persone per miglio quadrato (che è molto di più di un chilometro quadrato).

Comunque, il 5G non ha bisogno di supportare un numero di uno o due dispositivi per persona ma anche ogni altri dispositivo intelligente, come smartwatch, tutti i veicoli nella zona che possono essere collegati a Internet, le case e ogni altro tipo di dispositivo elettronico che si possa connettere alla rete.

Si prevede che, globalmente, ci saranno 1.4 miliardi di connessioni alle reti 5G entro la fine del 2023.

Le celle 5G possono comunicare con ogni sorta di dispositivi, come quelli usati da una persona stazionaria oppure da un veicolo ad alta velocità come un treno, che magari sta viaggiando a 500 km/h.

Aree differenti richiedono differenti stazioni di base mobile per aggiustare le velocità variabili. Per esempio, una piccola città che ha solamente utenti che viaggiano in macchina e a piedi potrebbe avere lo stesso numero di stazioni base di una città più grande con un sistema di trasporto pubblico ad alta velocità.

Qualche informazioni in più sul 5G

Il 5G ed altri standard di connessione mobile a banda larga sono sviluppati da 3GPP (3rd Generation Partnership Project). Il rilascio di 3GPP si è completato a luglio del 2020 e ci si aspetta che termini i lavori nel 2021 o nel 2022.

Una volta che il 5G sarà disponibile a livello globale, è possibile che sarà l’ultimo dei maggiori avanzamenti possibili sulle reti mobili. Invece del 6G o del 7G più in là, si potrebbe semplicemente rimanere sullo standard 5G ma con miglioramenti incrementali realizzati nel tempo.

E’ facile confondere il 5G con la banda a 5 Ghz del Wi-Fi, ma sono due cose completamente diverse. Il primo è una tecnologia di networking per reti mobili mentre l’altra è solo una frequenza di banda usata dai router Wi-Fi di ultima generazione.

Rispondi