Quando si deve scegliere per una connessione wi-fi o una più tradizionale ad una rete tramite cavo ethernet siamo sempre assaliti da mille dubbi. Tutti e due i tipi di connessione hanno i loro vantaggi e svantaggi. Questi vantaggi e svantaggi sono indotti da fattori differenti come le interferenze, gli standard e i requisiti imposti dai diversi protocolli, la tipologia di “media” utilizzati per connettersi, la latenza, ecc.

Vediamo di esaminare nel dettaglio tutti questi fattori.

In primo luogo, molti di questi fattori “oggettivi” possono essere percepiti in maniera molto diversa da un utente all’altro. In altre parole molte di queste considerazioni sono puramente “soggettive” e legate alla metodologia di utilizzo del computer di ogni singolo utente. Alcuni utenti, infatti, amano in particolar modo la velocità, altri invece prediligono maggiormente la possibilità di muoversi liberamente fra le pareti della casa o dell’ufficio, altri invece cercano in particolar modo tutto quello che offre la tecnologia di ultima generazione.

Queste considerazioni sono alla base della scelta migliore fra un tipo di connessione di rete o l’altra e sono essenziali per capire se sarà una connessione wi-fi o una connessione Ethernet a soddisfare meglio le nostre esigenze.

Wi-fi o Ethernet? Velocità e standard

Se fra i tuoi utilizzi maggiori della rete domestica vi è quello di scaricare frequentemente file torrent di grandi dimensioni o visualizzi spesso e volentieri film tramite streaming online, allora una buona connessione Ethernet è senza dubbio la scelta migliore.Intendiamoci, anche utilizzando una connessione wi-fi 802.11ac si ottengono risultati soddisfacenti, ma ci sono delle motivazioni tecniche ben precise che bisogna considerare:

  • l’unico standard wi-fi ragionevolmente veloce e che può sostenere il confronto con una rete ethernet cablata è il sopra citato wi-fi 802.11ac, che ha valori nominali di connessione prossimi ai 2 Gbps (prendendo come esempio un router wi-fi AC1900). Il vecchio standard 802.11n offriva una velocità teorica massima di 300 Mbit. Nella realtà i numeri sono molto diversi: con lo standard 802.11AC, nelle migliori condizioni, si arriva a trasferire circa 800 Mb/s, con 802.11n si rimane sui 150 Mb/s.
  • una parte significativa di questa banda utilizzata nelle connessioni wi-fi viene spesso impiegata dal router wi-fi per altri scopi o per migliorare la qualità del segnale o della copertura. Così, nella realtà, non ci si avvicina neanche lontanamente a questi valori.
  • una connessione Ethernet realizzata tramite un cavo cat-5, cat-5e o cat-6, teoricamente (ma anche realisticamente) consente velocità massime teoriche fino a 10 Gbps (solo con cavi cat-6) e 1 Gbps (con un cavo cat-5e). La possibilità di realizzare collegamenti stabili a 1 Gbps è assolutamente possibile.
Un cavo Ethernet è una tecnologia vecchia di decenni ma ancora perfettamente efficiente.

Wi-fi o Ethernet? La latenza

Se sei un appassionato di gaming online sai benissimo quanto è irritante la presenza di lag e ritardi nella connessione, soprattutto durante una sessione di gioco in multi player. Ovviamente, in questo caso, il wi-fi perde nettamente avendo una latenza molto più alta rispetto ad una connessione Ethernet. Questo valore può essere molto banalmente misurato usando il comune comando “ping” che misura proprio quella frazione di tempo richiesta dalla rete prima di fornire una risposta.

Wi-fi o Ethernet? Le interferenze

Una delle difficoltà maggiori che deve fronteggiare una connessione wi-fi è la presenza di possibili fonti di interferenza. In primo luogo, ormai tutti usano connessioni wireless che tendono però a interfererire l’una con l’altra. Basti pensare alle periferiche che in una casa oggi usano una connessione wi-fi: oltre al comune router wi-fi, smartphone, tablet, smart tv, TV Box, consolle di videogame, stampanti multifunzione e tanto altro ancora..

Tutti questi fattori di interferenza sono del tutto assenti su un cavo Ethernet, dove il signale rimane ben isolato da tutti gli altri.

Le interferenze su una rete wi-fi sono un problema di difficile risoluzione

Wi-fi o Ethernet? La stabilità del collegamento

Se avete avuto modo di smanettare su una rete, sicuramente questo lo saprete: provate a trasferire un file di grandi dimensioni (nell’ordine di alcuni gigabyte) attraverso un collegamento wi-fi e riprovate nuovamente, stavolta però utilizzando un cavo ethernet. Vi accorgerete immediatamente della differenza: nel primo caso fronteggerete rallentamenti continui e improvvise accelerazioni, sempre che non si interrompa il trasferimento prima del previsto. Nel secondo caso le prestazioni rimarranno costanti durante tutto il processo. La stabilità di un collegamento tramite cavo ethernet è a tutta prova.

 

Wi-fi o Ethernet: la sicurezza

Qui il conto va assolutamente alla pari: è facile violare tanto una rete fisica tanto una rfete wi-fi,. soprattutto se non si adottano le giuste strategie di sicurezza. Non a caso una rete wi-fi, prima di poter funzionare richiede molte impostazioni aggiuntive per essere considerata realmente sicura: il tipo di broadcast (ovvero se visualizzare o meno il proprio nome sulla rete), il tipo di crittografia dei dati (WPA2, WPA, TKIP, AES e altro ancora). Insomma, bisogna essere quanto meno informati prima di cimentarsi nella creazione di una rete domestica wireless.La sicurezza di una connessione Ethernet è tutta poggiata sulla bontà del configurazione del router: a voi la scelta se abilitare o meno tutte le porte, se abilitare tutti i protocolli, le porte di comunicazione e le regole del firewall. Certo, per violarla fisicamente l’intrusore dovrà avere accesso fisicamente ad una porta ethernet di casa vostra o del vostro ufficio..

Le reti sono intrinsecamente insicure: difficile stabilire chi sia più sicura o meno

Conclusioni

Non c’è quindi una risposta precisa a questa domanda. Il wi-fi è sicuramente sinonimo di libertà, ma ormai anche di necessità: smartphone e tablet non hanno porte ethernet a cui collegarsi. Infine, neanche i laptop ultra sottili di ultima generazione amano particolarmente le connessioni ethernet (ormai ridotte ad adattatori USB Type C). Eppure, non esiste niente di più confortante ed efficiente di una connessione Ethernet.