Il Bluetooth è una tecnologia di comunicazione wireless a corto raggio che consente a dispositivi come telefoni cellulari, computer e periferiche di trasmettere dati o voce in modalità wireless a breve distanza. Lo scopo del Bluetooth è quello di sostituire i cavi che normalmente collegano i dispositivi, pur mantenendo sicure le comunicazioni tra di loro.

Il nome “Bluetooth” è preso da un re danese del X secolo di nome Harald Bluetooth, che si diceva unisse fazioni regionali disparate e in guerra. Come il suo omonimo, la tecnologia Bluetooth riunisce un’ampia gamma di dispositivi in molti settori diversi attraverso uno standard di comunicazione unificante.

La tecnologia Bluetooth

Sviluppato nel 1994, il Bluetooth era concepito come un sostituto wireless per i cavi. Utilizza la stessa frequenza di 2,4 GHz di altre tecnologie wireless a casa o in ufficio, come telefoni cordless e router WiFi. Crea una rete wireless con raggio di 10 metri (33 piedi), chiamata PAN (Personal Area Network) o piconet, che può collegare in rete da due a otto dispositivi. Questa rete a corto raggio consente di inviare una pagina alla stampante in un’altra stanza, ad esempio, senza dover far passare un cavo antiestetico.

Il Bluetooth utilizza meno energia e costa meno da implementare rispetto al Wi-Fi. La sua potenza inferiore lo rende anche molto meno incline a soffrire o causare interferenze con altri dispositivi wireless nella stessa banda radio a 2,4 GHz.

La portata e le velocità di trasmissione del Bluetooth sono in genere inferiori al Wi-Fi (la rete locale wireless che potresti avere a casa tua). Con il Bluetooth v3.0 + HS – Tecnologia Bluetooth ad alta velocità – i dispositivi possono fornire fino a 24 Mbps di dati, che è più veloce dello standard WiFi 802.11b, ma più lento degli standard wireless-a o wireless-g. Con l’evoluzione della tecnologia, tuttavia, la velocità del Bluetooth è aumentata.

La specifica Bluetooth 4.0 è stata adottata ufficialmente il 6 luglio 2010. Le funzionalità Bluetooth versione 4.0 includono basso consumo energetico, basso costo, interoperabilità multivendor e portata migliorata.

Il miglioramento delle caratteristiche distintive delle specifiche Bluetooth 4.0 è il minor consumo energetico; i dispositivi che utilizzano Bluetooth v4.0 sono ottimizzati per il funzionamento con batteria scarica e possono funzionare con piccole batterie a pulsante, aprendo nuove opportunità per la tecnologia wireless. Invece di temere che lasciare il Bluetooth attivo scaricherà la batteria del tuo cellulare, ad esempio, puoi lasciare un telefono cellulare Bluetooth v4.0 sempre connesso agli altri tuoi accessori Bluetooth.

Connessione con Bluetooth

Molti dispositivi mobili dispongono di radio Bluetooth incorporate. I PC e alcuni altri dispositivi che non dispongono di radio incorporate possono essere abilitati Bluetooth, ad esempio aggiungendo un dongle Bluetooth..

Il processo di connessione di due dispositivi Bluetooth è chiamato “abbinamento”. In genere, i dispositivi trasmettono la propria presenza l’uno all’altro e l’utente seleziona il dispositivo Bluetooth a cui desidera connettersi quando il suo nome o ID viene visualizzato sul dispositivo. Man mano che i dispositivi abilitati Bluetooth proliferano, diventa importante che tu sappia quando e a quale dispositivo ti stai connettendo, quindi potrebbe esserci un codice da inserire che ti aiuta a assicurarti di connetterti al dispositivo corretto.

Questo processo di accoppiamento può variare a seconda dei dispositivi coinvolti. Ad esempio, il collegamento di un dispositivo Bluetooth al tuo iPad può comportare passaggi diversi da quelli per accoppiare un dispositivo Bluetooth alla tua auto.

Limitazioni del Bluetooth

Ci sono alcuni aspetti negativi del Bluetooth. Il primo è che può incidere negativamente sull’autonomia della batteria per i dispositivi mobili wireless come gli smartphone, anche se con il miglioramento della tecnologia (e della tecnologia della batteria), questo problema è meno significativo di prima.

Inoltre, la portata è piuttosto limitata, di solito si estende solo di circa 30 piedi e, come con tutte le tecnologie wireless, ostacoli come muri, pavimenti o soffitti possono ridurre ulteriormente questa portata.

Anche il processo di abbinamento può essere difficile, spesso a seconda dei dispositivi coinvolti, dei produttori e di altri fattori che possono causare frustrazione durante il tentativo di connessione.

Quanto è sicuro il Bluetooth?

Il Bluetooth è considerato una tecnologia wireless ragionevolmente sicura se utilizzato con alcune precauzioni. Le connessioni sono crittografate, impedendo intercettazioni casuali da altri dispositivi nelle vicinanze. I dispositivi Bluetooth spostano spesso le frequenze radio anche durante l’abbinamento, il che impedisce una facile intrusione.

I dispositivi offrono anche una varietà di impostazioni che consentono all’utente di limitare le connessioni Bluetooth. La sicurezza a livello di dispositivo di “considerare attendibile” un dispositivo Bluetooth limita le connessioni solo a quel dispositivo specifico. Con le impostazioni di sicurezza a livello di servizio, puoi anche limitare i tipi di attività che il tuo dispositivo può svolgere durante una connessione Bluetooth.

Come con qualsiasi tecnologia wireless, tuttavia, c’è sempre qualche rischio per la sicurezza. Gli hacker hanno ideato una serie di attacchi dannosi che utilizzano la rete Bluetooth. Ad esempio, “bluesnarfing” si riferisce a un hacker che ottiene l’accesso autorizzato alle informazioni su un dispositivo tramite Bluetooth; “bluebugging” è quando un utente malintenzionato prende il controllo del tuo telefono cellulare e di tutte le sue funzioni.

Per la persona media, il Bluetooth non presenta un grave rischio per la sicurezza se utilizzato pensando alla sicurezza (ad esempio, non connettersi a dispositivi Bluetooth sconosciuti). Per la massima sicurezza, mentre sei in pubblico e non usi il Bluetooth, puoi disabilitarlo completamente.

 

Esperto di sistemi operativi, soluzioni per le aziende e la PA, ma anche appassionato di viaggi, automobili e di politica internazionale. Mi occupo di Information Technology da oltre 20 anni.

Rispondi