E’ facile spendere una piccola fortuna per acquistare un router Wi-Fi, anche perché ci sono centinaia di modelli che costano diverse decine di Euro, se non centinaia e che offrono caratteristiche fra le più disparate: si può investire su sistemi Wi-fi mesh, su router di lunga portata oppure per router wi-fi pensati specificatamente per il gaming.

La buona notizia è che non necessariamente bisogna spendere troppo per avere prestazioni solide e sufficiente copertura del segnale, anche per gli utenti più esigenti.

Gli standard Wi-Fi non cambiano molto spesso e anche quando lo fanno, ogni standard Wi-fi successivo si basa su quello precedente, mantenendone (quasi) sempre la compatibilità. Così, solo raramente è proprio necessario aggiornare il proprio router, salvo che non sia diventato inaffidabile oppure si voglia qualcosa di più in termini di funzionalità. A testimonianza di ciò, molti produttori mantengono per anni a listino gli stessi modelli, soprattutto quelli più riusciti ed affidabili, ma che sono ancora perfettamente efficienti per le case più piccole o per coloro che non hanno bisogno di un router wi-fi ad alte prestazioni.

Va detto che la maggior parte degli utenti si limitano a navigare con il proprio smartphone fra le mura di casa e che non richiedono grandi velocità, anche perché quasi tutti i provider Internet difficilmente riescono a saturare tutta la banda potenzialmente disponibile con i router wi-fi di ultima generazione.

Un router wi-fi economico non è necessariamente una cattiva scelta: per pochi Euro, spesso si risolvo la gran parte dei problemi di connettività

A cosa puntare quando si acquista un router wi-fi economico

Anche se può essere una bella tentazione comprare il più veloce e moderno router wi-fi che puoi trovare in commercio, è sempre una buona idea sedersi un minuto e ragionare su cosa realmente abbiamo bisogno da un dispositivo di questo tipo, in modo da poter soddisfare tutte le esigenze.

Per esempio, un videogamer professionista o seriale potrebbe preferire un router wi-fi pensato appositamente per il gaming, ma solo per il fatto di giocare con i videogame, non significa che necessariamente devi ricorrere all’acquisto di un modello top di gamma, soprattutto se hai intenzione di connettere via cavo il tuo PC o la consolle. In tal caso, le prestazione del Wi-fi non sono critiche: anzi sono per lo più irrilevanti.

Come regola generale, è importante tenere a mente che i router più grandi, veloci e, quindi, più costosi sono pensati soprattutto per servire ambienti molto “sovraffollati”: uffici con molte persone, case con tanti dispositivi oppure ambienti comunitari con molte utenze connesse, quindi soprattutto alberghi, palestre, ecc. Se sei un single che vive da solo in un piccolo appartamento di città, probabilmente non avrai bisogno di spendere troppi soldi per comprare un router Wi-fi di buona qualità che faccia al caso tuo. Ci sono una miriade di possibilità sul mercato a prezzi irrisori (anche meno di 50€), in grado di eguagliare i modelli più reclamizzati e sofisticati con una tabella di caratteristiche di eccezione. Quindi, non vale la pena comprare una Mercedes solo per fare la spesa in quartiere… Anche una Fiat Panda può andare benissimo.

Chi dice che serve sempre un router wi-fi costoso? Spesso i modelli più semplici e meno costosi sono più che sufficienti per la maggioranza delle situazioni

Single, Dual o Tri-Band?

Quando provi ad acquistare un router wi-fi economico, è ancora più importante capire le differenze fra standard wi-fi differenti e frequenze di utilizzo, anche perché conoscendo qualche dettaglio tecnico, si può risparmiare una montagna di soldi non investendo su cose che proprio non servono.

Il concetto di banda singola, Dual o Triband si riferisce ad un numero ben preciso di frequenze sulle quali un router può operare e, per estensione, al tipo di standard Wi-Fi che può supportare.

Tutti i router wi-fi single band operano alla frequenza di 2.4Ghz, che è stato lo standard base delle connessioni Wi-Fi per quasi due decadi. I moderni router wi-fi a banda singola supportano lo standard 802.11n, conosciuto anche come “Wi-Fi 4” che spesso offre una velocità massima teorica di circa 600Mbps (megabit per secondo). Ci sono anche standard retro-compatibili da supportare in modo da poter gestire i dispositivi compatibili con 802.11b e 802.11g, ormai molto vecchi ma ancora diffusi sui dispositivi più vecchi, in grado di offrire una velocità di picco di massimo 54Mbps.

Le possibilità che nessuno dei dispositivi in tuo possesso, soprattutto vecchi laptop e notebook, supportino solo questi vecchi standard sono davvero basse, ma ci sono casi in cui nelle case con parecchi apparecchi di domotica e dispositi IoT (internet of things), questi standard siano gli unici ad essere ancora supportati, proprio perché non chiedono di avere prestazioni super, ma solo segnale wireless stabile e affidabile.

Il problema della frequenza a 2.4Ghz è che tende ad essere più lenta e congestionata rispetto alle frequenze più alte. Molti altri oggetti in casa operano alla medesima frequenza di 2.4Ghz, inclusi i telefoni cordless e i sistemi antifurto più evoluti, ma anche lo stesso forno a microonde emette frequenze che interferiscono su questa gamma.

Così, per non avere a che fare con queste interferenze e assicurarsi una migliore prestazione della rete Wi-Fi, il nuovo standard 802.11AC (conosciuto anche come Wi-Fi 5) è stato pensato per utilizzare la frequenza a 5Ghz, aprendo il suo potenziale per velocità molto più elevate: un router wi-fi 802.11ac può offrire velocità teorica di molti gigabit, come anche quello di garantire connessioni stabili non essendo soggetto a particolari interferenze. C’è però comunque un aspetto negativo della banda a 5Ghz: non viaggia molto in profondità, soprattutto attraverso le pareti ed altri oggetti solidi.

Quindi, come risultato i router AC spesso hanno problemi di portata ed hanno bisogno di essere retro-compatibili con i dispositivi Wi-Fi più vecchi. Tutti i router Wi-Fi 802.11AC supportano anche la banda a 2.4Ghz: ci si riferisce, in questo caso ai router wi-fi dual band.

Quindi cosa sono esattamente i router wi-fi triband? Questi router offrono una seconda frequenza sulla banda a 5Ghz per ridurre la congestione soprattutto quando hai molti dispositivi che supportano 802.11ac a casa. Comunque, ciascuno di questi deispositivi si può connettere solo ad una singola banda alla volta, così starai sprecando i tuoi soldi acquistando un router wi-fi triband a meno che tu non abbia almeno due o tre dispositivi 802.11Ac che operano a 5Ghz e hai bisogno delle massime prestazioni in ogni momento. Tieni anche presente che un router triband offre sempre e comunque una sola banda a 2.4Ghz, così non potrà in nessun modo migliorare le prestazioni dei tuoi dispositivi Wi-fi più vecchi.

Portata e Copertura

Anche se le due parole possono sembrare sinonimi, si tratta di due aspetti del tutto diversi. I router wi-fi economici non offrono in genere una buona portata, cosicché la maggior parte di essi andrà benissimo in un appartamento, ma non certamente su una casa o un ufficio di grandi dimensioni. In tal caso, avrai certamente bisogno di più di un router wi-fi per coprire tutte le zone. Quindi, se stai cercando non solo una buona portata, ma anche una buona copertura per far arrivare il segnale ad ogni angolo di casa, dovrai probabilmente ricorrere ad un sistema Wi-Fi Mesh. Si tratta di un sistema molto costoso, ma che si basa sul principio che ad una stazione router base, si possono agganciare tanti altri satelliti che in vario modo si collegano alla base ed estendono quindi il segnale. In questo caso, si possono spendere davvero centinaia di euro per coprire un singolo luogo, come un ufficio di medie dimensioni o una casa su più piani.

Se stai cercando di risparmiare, però, devi anche prendere in considerazione l’ipotesi di usare molti router poco costosi come access point wi-fi: questo significa che dovrai utilizzare per casa dei cavi Ethernet fisici per connetterli fra di loro oppure investire nell’acquisto di sistemi alternativi, come i sistemi Powerline, che sono un rimedio molto “casalingo” per sfruttare l’impianto elettrico di casa per far passare il segnale di rete. Infatti, alcuni router wi-fi sono così economici, che puoi anche acquistare tre o quattro di essi per meno della metà di un singolo dispositivo wi-fi mesh.

Comunque, ti devi semplicemente ricordare che se hai spazi vivibili molto ampi, non significa necessariamente che devi avere un segnale Wi-Fi potente ad ogni angolo, ma solo nei punti dove effettivamente serve. Quindi, investi su questo aspetto solo quando sei sicuro di non poterne fare a meno.

Sicurezza e Crittografia

Benché molti router wi-fi economici non comprendano cose come sistemi avanzati di controllo parentale o sistemi sofisticati di protezione antivirus e da malware, questo non significa che funzioni senza un minimo sindacale di misure di sicurezza. Accertati, comunque, che il tuo router supporti il WPA2 (Wireless Protected Access 2), soprattutto se stai acquistando un modello non proprio recentissimo, come anche se ci sia la possibilità di gestire le connessioni VPN per garantire al tuo computer un livello addizionale di sicurezza.

La natura stessa di un router wi-fi domestico impone che ci siano dei sistemi naturali di difesa contro gli attacchi potenziali di un intruso, come ad esempio il NAT (Network Address Translation) e l’indirizzo IP privato, che sono caratteristiche fondamentali per un dispositivo di questo genere, così da non dover ricorrere necessariamente a complessi sistemi di firewall per tenere gli intrusi a distanza. In ogni caso, la miglior difesa è certamente quella di dotare ogni singola postazione di un appropriato software antivirus e anti malware e abilitare tutte le caratteristiche più avanzate di sicurezza su tablet e smartphone per prevenire il fatto che App malevole possano sfruttare eventuali falle di sicurezza per passare attraverso il firewall.

Velocità e prestazioni

Quando si cerca un router, molto spesso si noterà che spesso un certo livello di prestazioni sia indicato attraverso lettere e numeri, come ad esempio AC1900 o N600. Queste combinazioni si riferiscono al più alto standard Wi-fi che il router può supportare e il massimo totale di velocità teorica che è in grado di gestire. Per esempio, un router N600 supporta per lo standard 802.11n una velocità teorica di 600Mbps, mentre invece un router AC1900 supporta per lo standard 802.11Ac una velocità teorica di 1.900Mbps (ovvero 1.9Gbps). Nel caso di un router multi-band, comunque, è importante ricordarsi che queste velocità sono la combinazione di tutte le bande disponibili. Per esempio, il già citato router AC1900 può, allo stato attuale, offrire solamente 1.3Gbps di prestazioni sulla banda a 5Ghz, a cui si sommano i 600Mbps della banda a 2.4Ghz.

Per questo con i router triband si raggiungono velocità teoricamente molto alte, come ad esempio AC5300, ovvero 5.300Mbps, ma che sono in realtà la combinazione dell’aggregazione della velocità di 3 bande separate.

In termini pratici, comunque, anche se hai un router dual band che offre una velocità AC1900 o oltre, non devi aspettarti questo tipo di velocità da un singolo dispositivo. I router sono pensati per essere in grado di gestire più di un dispositivo alla volta, ognuno dei quali condividerà di fatto la medesima banda totale che il router garantisce.

Comunque, per avere una giusta prospettiva sulla questione, bisogna considerare che per garantire uno streaming di un film in 4K da Netflix, abbiamo bisogno di circa 25Mbps e, in genere, non si ha bisogno di più se non di pura velocità. Solo per il gaming e per altre applicazioni professionali la bassa latenza può avere un ruolo determinante ed è magari più importante della velocità stessa. I router wi-fi ultraveloci sono generalmente necessari solo quando si hanno tantissimi dispositivi in competizione fra di loro per la banda disponibile e che regolarmente effettuano download molto pesanti di file grandi. Non bisogna solo pensare ai file in senso stretto, ma anche ai videogame che si scaricano progressivamente da Internet per alimentare la grafica stessa del gioco, come un immenso film sempre in proiezione. In tal caso, oltre ad una certa velocità, è richiesta una notevole prontezza del dispositivo, per evitare di percepire rallentamenti di sorta.

Tieni presente, in ogni caso, che non c’è quasi mai bisogno di comprare un router wi-fi che sia significativamente più veloce della connettività Internet di casa: ricordati che molti provider ancora non vanno oltre i 20/30Mbps e che anche in molte grandi città raramente si superano i 100Mbps. Avere un router così potente solo per collegarsi ad Internet non ha particolarmente senso: migliora solo le cose per scambiarsi file e dati all’interno della stessa rete.

La velocità non è tutto: se a casa non hai una banda molto alta, avere un router wi-fi ultra veloce può non avere senso

La connettività cablata

Ci sono dei casi in cui la connettività wi-fi può non essere sufficiente e anche i router wi-fi più sofisticati e costosi devono necessariamente ricorrere alle porte fisiche per alimentare la connettività fisica via cavo: per questo vengono spesso offerte delle porte Ethernet per consentire ad alcuni dispositivi di connettersi direttamente.

Questo aspetto è particolarmente importante per i videogamer, dal momento che, come ho detto prima, in tal caso quello di cui si ha bisogno è di una bassa latenza e non necessariamente di una velocità elevatissima. Pertanto, solo attraverso una connessione cablata possiamo davvero aspettarci il massimo in tutte le condizioni. Anche alcuni router economici offrono delle connessioni Ethernet da 1Gbps che sono, in definitiva, un autentico bonus, soprattutto se mese a confronto con quelle abitualmente previste da 100Mbps. Potrai beneficiare di questo anche su router di fascia bassa e non più giovanissimi, sempre a condizioni che riportino la dicitura Fast Ethernet e, quindi, dispongano di porte da 1Gbps: in tal caso, le prestazioni non saranno tanto differenti da quelle offerte da router di fascia alta.

Cos’è il Wi-Fi 6?

Benché ne abbia parlato in un articolo separato, per non perdere il filo del discorso riprenderò alcuni concetti. Come spiegato prima, c’è un certo numero di standard Wi-Fi che soprattutto si riferiscono a quanto velocemente un dispositivo può funzionare e a quali frequenze può operare. Benché per lungo tempo abbiano avuto nomi abbastanza criptici come 802.11b o come 802.11ac, la Wi-Fi Alliance, che è l’organizzazione industriale che gestisce questi standard, recentemente ha deciso di adottare una nomenclatura che suoni meno “tecnica” ma che anche crei una relazione più chiara con lo standard a cui si riferisce. Per cui il vecchio 802.11n si è trasformato in Wi-Fi 4 e il più nuovo si è, invece, trasformato in Wi-Fi 5.

Tutto questo è accaduto in coincidenza con l’uscita del nuovo standard Wi-Fi 6 (detto anche 802.11ax) che è stato di recente approvato. Benché il Wi-Fi 6 sia un protocollo definitivo nel futuro della tecnologia Wi-fi, difficilmente troverai sul mercato tanti router con questo standard e, soprattutto, saranno sicuramente solo i modelli top di gamma che lo offriranno, ma non certamente i router wi-fi più economici di cui stiamo parlando. A meno che tu non decida di spendere molto, dovrai rinunciare, almeno per il momento, a questa tecnologia così innovativa.

Il Wi-Fi 6 lavora sia sulla banda a 2.4Ghz che su quella a 5Ghz e offre un significativo aumento delle performance, lavorando correttamente anche in reti molto congestionate e intasate. Per beneficiare di questo, comunque, i tuoi PC, smartphone e altri dispositivi devono supportare a loro volta il Wi-Fi 6. Al momento, quasi tutti gli smartphone top di gamma del momento lo supportano, compresi quelli di Apple e Samsung, ma la situazione è un po’ diversa per quelli di fascia media e per i modelli entry level. In ogni caso, guardiamoci negli occhi: di quanta velocità di rete ha davvero bisogno il tuo iPhone?

In ogni caso, se cerchi un router wi-fi top economico, noin ne troverai certamente (almeno per il momento) uno che offra il Wi-Fi 6, ma c’è una buona opportunità che tu non ne abbia affatto bisogno e che, soprattutto, tu non abbia neanche un dispositivo che, al momento, lo supporti. Quindi, risparmia i tuoi soldi e investili sul Wi-Fi 6 solo quando sarà più popolare e diffuso: allora, certamente, i router Wi-Fi 6 saranno molto più economici.

Marche principali

TP-Link

TP-Link è sul mercato dei router da almeno due decadi ed è una di quelle aziende che offre soprattutto modelli di fascia medio-bassa, ma anche qualche router wi-fi più costoso. Uno dei vantaggi di questo produttore è il supporto duraturo offerto anche sui vecchi modelli, che rimangono a listino per lungo tempo: questo consente di avere software di gestione sempre aggiornati, a tutto vantaggio della longevità dell’acquisto.

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 TP-Link Archer MR600 Router 4G+ Cat6 300Mbps,... TP-Link Archer MR600 Router 4G+ Cat6 300Mbps,... 2.657 Recensioni 149,90 € 88,99 €
2 TP-Link TL-WR940N Router Ethernet Wi-Fi N450 Mbps... TP-Link TL-WR940N Router Ethernet Wi-Fi N450 Mbps... 13.899 Recensioni 29,99 € 20,99 €
3 TP-Link TD-W8961N Modem Router ADSL2+, Wireless... TP-Link TD-W8961N Modem Router ADSL2+, Wireless... 3.769 Recensioni 22,99 € 21,99 €
4 TP-Link TL-WR802N Nano Router N300 Wi-Fi... TP-Link TL-WR802N Nano Router N300 Wi-Fi... 10.691 Recensioni 21,99 € 18,68 €
5 TP-Link Archer C7 AC1750 Router Wireless, Wi-Fi... TP-Link Archer C7 AC1750 Router Wireless, Wi-Fi... 20.598 Recensioni 109,52 € 48,38 €
TP-Link è sempre in cima alle rassegne di router wi-fi economici ed efficienti: i modelli economici della sua gamma sono proverbiali per affidabilità e robustezza, ma anche per il supporto di lunga durata per l’aggiornamento del software di gestione.

Asus

Benché Asus sia soprattutto conosciuta per la sua gamma di router wi-fi premium adatti per il gaming, ha anche qualche modello di fascia più bassa che offre alcune caratteristiche uniche, assenti su modelli dello stesso prezzo, come ad esempio quello di gestire SSID multipli, consentendoti di gestire più di una rete Wi-fi con lo stesso dispositivo, a tutto vantaggio della sicurezza.

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 ASUS RT-AC68U Router Gaming Wi-Fi Gigabit Dual... ASUS RT-AC68U Router Gaming Wi-Fi Gigabit Dual... 1.281 Recensioni 200,96 € 131,00 €
2 Asus RT-AC1200 Gigabit Router Wireless AC1200 Dual... Asus RT-AC1200 Gigabit Router Wireless AC1200 Dual... 39 Recensioni 46,90 € 41,90 €
3 Asus RT-N12E Router Wireless N 300Mbps / Access... Asus RT-N12E Router Wireless N 300Mbps / Access... 911 Recensioni 34,99 € 28,56 €
4 Asus RT-AC1200GPLUS Router Wireless Gigabit Dual... Asus RT-AC1200GPLUS Router Wireless Gigabit Dual... 753 Recensioni 89,90 € 74,42 €
5 Huawei 4G+ Router Mobile 4G Wi-Fi LTE (CAT. 7)... Huawei 4G+ Router Mobile 4G Wi-Fi LTE (CAT. 7)... 1.659 Recensioni 139,90 € 104,95 €

Netgear

Da anni Netgear è conosciuta per produrre fra i router wi-fi più potenti presenti sul mercato, con caratteristiche di altissimo livello: basti pensare che già da alcuni anni supporta il Wi-fi dual band a 2.4Ghz, quando la maggioranza dei produttori offriva solo router single band. Netgear ha una famiglia molto ampia di prodotti, tra cui molti dispositivi non più giovanissimi ma che sono ampiamente supportati dal produttore e che vengono venduti a prezzo da saldo. Insomma, un’ottima scelta per scegliere un ex top di gamma a prezzi irrisori.

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 Netgear R7000 Router WiFi Nighthawk, Dual Band... Netgear R7000 Router WiFi Nighthawk, Dual Band... 2.701 Recensioni 176,00 € 149,90 €
2 Netgear D1500 Modem con Router Integrato, 2.4 GHz,... Netgear D1500 Modem con Router Integrato, 2.4 GHz,... 2.098 Recensioni 28,25 € 4,99 €
3 Netgear D7000-100PES Modem Router WiFi AC1900 Dual... Netgear D7000-100PES Modem Router WiFi AC1900 Dual... 1.324 Recensioni 149,99 € 119,99 €
4 Netgear D6400 Modem Router WiFi AC1600 Dual Band,... Netgear D6400 Modem Router WiFi AC1600 Dual Band,... 833 Recensioni 146,90 € 119,14 €
5 Netgear EX6120 Ripetitore WiFi AC1200, Access... Netgear EX6120 Ripetitore WiFi AC1200, Access... 3.573 Recensioni 49,99 € 44,90 €

Conclusioni

Se sei alla ricerca di un router wi-fi fra gli scaffali del tuo negozio di elettronica di zona, ti sentirai probabilmente soverchiato dal gran numero di modelli disponibili, di ogni tipo di prezzo e con caratteristiche diversissime fra di loro. Se hai un budget limitato, è importante considerare con attenzione le tue effettive esigenze e non pagare troppo per garantirsi prestazioni che poi non andrai a sfruttare adeguatamente.

Il fatto che molti router che puoi acquistare siano già largamente sovrabbondanti in termini di velocità di connessione per la tua connessione a Internet domestica (e di gran lunga), dovrebbe semplificare la tua scelta. Molti router wi-fi costosi sono pensati per lo più per famiglie numerose e per case molto grandi, così sono quasi indispensabili se si vuole navigare in tanti e contemporaneamente su Internet, oppure se si vogliono vedere in più persone qualche film o serie TV su Netflix. Stesso discorso va fatto se si decide di acquistare un router wi-fi per un piccolo ufficio, per una scuola, per un locale commerciale o una palestra e via dicendo.

Altrimenti, credimi: non vale la pena spendere più di 50/60€ per avere un modello di tutto rispetto.

Rispondi