Tutti parlano dei router a banda larga come essenziali per le reti domestiche, ma poche persone si prendono il tempo necessario per esaminare attentamente tutte le cose che un router può fare. I router domestici offrono molte funzioni utili oltre alla condivisione della connessione di base. I produttori hanno aggiunto sempre più funzioni negli ultimi anni.

La tua attuale rete domestica sfrutta appieno le capacità del router? Le sezioni seguenti illustrano le numerose caratteristiche e funzioni. Quando acquisti un nuovo router, assicurati che il modello scelto supporti le funzionalità che desideri, poiché non tutti offrono tutte le stesse.

Come funziona un router
connessioni via rete

Wi-Fi a banda singola o doppia

I router Wi-Fi domestici tradizionali contenevano una banda radio che trasmetteva sulla frequenza dei 2.4 GHz. I router 802.11n dotati di una tecnologia di comunicazione chiamata MIMO (Multiple In Multiple Out) hanno cambiato questa situazione. Con due (o più) trasmettitori radio incorporati all’interno, i router domestici possono ora comunicare tramite una banda di frequenza più ampia rispetto a prima o tramite più bande separate.

I cosiddetti router Wi-Fi dual band supportano più radio e operano su entrambe le bande a 2.4 GHz e 5 GHz. Questi router consentono efficacemente agli utenti di configurare due sottoreti wireless e ottenere gli stessi vantaggi. Ad esempio, le connessioni a 5 GHz possono offrire prestazioni superiori rispetto alle connessioni a 2.4 GHz, mentre 2.4 GHz generalmente fornisce una migliore portata e compatibilità con i dispositivi meno recenti.

Ethernet tradizionale o Gigabit

Molti router domestici di prima e seconda generazione non supportano il Wi-Fi. Questi cosiddetti router “a banda larga cablati” offrivano solo porte Ethernet, progettate per collegare un PC, una stampante e forse una console di gioco. Per sfruttare al massimo la tecnologia, alcuni proprietari di case hanno cercato di precablare le loro case con un cavo Ethernet che copra varie stanze.

Ancora oggi, grazie alla popolarità del Wi-Fi e dei dispositivi mobili (molti dei quali non supportano alcuna connessione cablata), i produttori continuano ad includere Ethernet nei loro router domestici. Ethernet offre prestazioni di rete migliori rispetto alle connessioni wireless in molte situazioni. Molti modem a banda larga popolari si connettono ai router tramite Ethernet e i giochi più impegnativi spesso la preferiscono al Wi-Fi per i loro sistemi di gaming.

Fino a poco tempo, i router supportavano tutti la stessa tecnologia a 100 Mbps (a volte chiamata “10/100” o “Fast Ethernet“”) dei loro antenati originali. I modelli più recenti e di fascia alta si sono aggiornati a Gigabit Ethernet, migliore per lo streaming video e altri usi intensivi.

IPv4 e IPv6

Tutti i router domestici supportano il protocollo Internet (IP). Tutti i router più recenti supportano due diversi tipi di IP: lo standard IP versione 6 (IPv6) più recente e la versione 4 (IPv4) più vecchia ma ancora mainstream. I vecchi router a banda larga supportano solo IPv4. Sebbene non sia strettamente necessario che un router sia compatibile con IPv6, le reti domestiche possono trarre vantaggio dai miglioramenti in termini di sicurezza e prestazioni che fornisce.

NAT (Network Address Translation)

Una delle caratteristiche di sicurezza di base dei router domestici, la tecnologia NAT (Network Address Translation) imposta lo schema di indirizzamento di una rete domestica e la sua connessione a Internet. Il NAT tiene traccia degli indirizzi di tutti i dispositivi collegati a un router e di tutti i messaggi che inviano al mondo esterno in modo che il router possa indirizzare le risposte al dispositivo corretto in un secondo momento. Alcune persone chiamano questa funzione un “firewall NAT” poiché blocca efficacemente il traffico dannoso come altri tipi di firewall di rete.

Connessione e condivisione delle risorse

La condivisione di una connessione Internet su una rete domestica tramite il router è un gioco da ragazzi (vedere – Come collegare un computer a Internet). Oltre all’accesso a Internet, è possibile condividere anche vari altri tipi di risorse.

Le stampanti moderne supportano il Wi-Fi e possono essere collegate alla rete domestica dove computer e telefoni possono tutti inviare loro lavori. Altro – Come collegare in rete una stampante.

Alcuni router più recenti dispongono di porte USB progettate per il collegamento di unità di archiviazione esterne. Questa memoria può quindi essere utilizzata da altri dispositivi sulla rete per copiare i file. Queste unità possono anche essere scollegate dal router e trasportate in altre posizioni se una persona ha bisogno di accedere ai dati durante un viaggio, ad esempio. Anche senza funzionalità di archiviazione USB, un router consente la condivisione di file di rete tra i dispositivi in altri modi. I file possono essere trasferiti utilizzando le funzioni del sistema operativo di rete di un dispositivo o tramite sistemi di archiviazione cloud.

Rete per gli ospiti

Alcuni router wireless più recenti (non tutti) supportano la rete per gli ospiti, che ti consente di configurare una sezione speciale della tua rete domestica solo per amici e familiari che vengono a trovarti. Le reti per gli ospiti limitano l’accesso alla rete domestica principale in modo che i visitatori non siano in grado di curiosare tra le risorse della rete domestica senza il tuo permesso. In particolare, una rete per gli ospiti utilizza una configurazione di sicurezza separata e chiavi di sicurezza Wi-Fi diverse rispetto al resto della rete domestica in modo che le tue chiavi private possano rimanere nascoste.

Controlli Parentali e altre limitazioni di accesso

I produttori di router spesso pubblicizzano i controlli parentali come punto di forza dei loro prodotti. I dettagli su come funzionano questi controlli dipendono tutti dal modello di router coinvolto. Le caratteristiche generali dei controlli parentali sul router comprendono:

  • blocco di siti Web specifici per nome
  • limitare le ore del giorno (o notte) in cui un bambino può accedere al Web
  • limitare le ore del giorno (o notte) in cui un bambino può accedere al Web

Un amministratore del router configura le impostazioni del controllo parentale tramite i menu della console. Le impostazioni vengono applicate separatamente per dispositivo, in modo che i dispositivi del bambino possano essere limitati mentre gli altri rimangano non limitati. I router tengono traccia dell’identificazione dei dispositivi locali tramite i loro indirizzi fisici (MAC) in modo che un bambino non possa semplicemente rinominare il proprio computer per evitare il controllo dei genitori.

Poiché le stesse funzionalità possono essere utili per i coniugi e altri membri della famiglia oltre ai bambini, i controlli parentali sono meglio definiti restrizioni di accesso.

Server VPN e supporto dei Client

La tecnologia Virtual Private Network (VPN) migliora la sicurezza delle connessioni Internet ed è diventata sempre più popolare con la crescita delle reti wireless. Molte persone usano le VPN sul posto di lavoro o sui dispositivi mobili che si connettono ad hotspot Wi-Fi, ma relativamente pochi usano una VPN quando sono a casa. Alcuni router più recenti offrono il supporto alle VPN, ma altri no, e anche quelli che lo fanno potrebbero essere limitati nelle funzionalità che offrono.

I router domestici con le VPN in genere forniscono solo supporto per server VPN. Ciò consente ai membri della famiglia di impostare una connessione VPN a casa mentre sono in viaggio. Un minor numero di router domestici fornisce inoltre il supporto client VPN, che consente ai dispositivi all’interno della casa di effettuare connessioni VPN quando accedono a Internet.Coloro che considerano la sicurezza delle connessioni wireless a casa una priorità dovrebbero assicurarsi che il proprio router possa funzionare come client VPN.

Port Forwarding e UPnP

Una caratteristica standard ma meno compresa dei router domestici, il port forwarding offre ad un amministratore la possibilità di direzionare il traffico in entrata ai singoli dispositivi all’interno della rete domestica in base ai numeri di porta TCP e UDP contenuti nei singoli messaggi. Gli scenari comuni dove il Port forwardino è stato usato generalmente comprendono il gaming sui PC e l’hosting Web.

Lo standard Universal Plug and Play (UPnP) è stato sviluppato per semplificare il modo in cui i computer e le applicazioni utilizzano le porte per comunicare con le reti domestiche. UPnP imposta automaticamente molte delle connessioni che altrimenti richiederebbero la configurazione manuale delle voci di port forwarding su un router.

Tutti i router domestici tradizionali supportano UPnP come funzionalità opzionale; gli amministratori possono disabilitarlo se desiderano mantenere il pieno controllo sulle decisioni di port forwarding del router.

QoS

I router domestici tipici offrono diverse opzioni per il controllo della qualità del servizio (QoS) su una rete domestica. Il QoS consente ad un amministratore di fornire ai dispositivi e/o alle applicazioni selezionate un accesso prioritario alle risorse di rete.

La maggior parte dei router a banda larga supporta il QoS come funzionalità che può essere attivata o disattivata. I router domestici con QoS possono fornire impostazioni separate per le connessioni Ethernet cablate rispetto alle connessioni Wi-Fi wireless. I dispositivi a cui assegnare la priorità sono normalmente identificati dal loro indirizzo MAC fisico. Altre opzioni QoS standard:

  • Il traffico su singole porte TCP o UDP può spesso avere una priorità più alta o più bassa rispetto ad altre. Gli amministratori in genere utilizzano queste impostazioni per dare maggiore priorità ai giochi in rete;
  • il QoS WMM (Wi-Fi MultiMedia) rileva automaticamente e assegna la priorità allo streaming video e al traffico vocale sulle connessioni Wi-Fi. Molti router dispongono di WMM come opzione selezionabile; alcuni modelli mantengono WMM abilitato per impostazione predefinita mentre altri lo hanno disabilitato per impostazione predefinita.

Wi-Fi Protected Setup (WPS)

Il concetto alla base di WPS è semplice: le reti domestiche (specialmente le impostazioni di sicurezza) possono essere soggette a errori da configurare, quindi tutto ciò che semplifica il processo fa risparmiare tempo e mal di testa. Il WPS fornisce meccanismi per la semplice autenticazione di sicurezza dei dispositivi Wi-Fi utilizzando un metodo di connessione a pulsante o tramite speciali numeri di identificazione personale (PIN), chiavi di accesso che a volte possono essere trasferite automaticamente utilizzando Near Field Communication (NFC). Tuttavia, alcuni client Wi-Fi non supportano WPS ed esistono anche problemi di sicurezza.

Firmware aggiornabile

I produttori di router spesso risolvono bug e aggiungono miglioramenti ai sistemi operativi dei loro router. Tutti i router moderni incorporano una funzione di aggiornamento del firmware per consentire ai proprietari di aggiornare il proprio router dopo l’acquisto. Alcuni produttori di router, in particolare Linksys, fanno un ulteriore passo avanti e forniscono supporto ufficiale ai propri clienti per sostituire il firmware di serie con una versione di terze parti (spesso open source) come DD-WRT.

Al proprietario medio di una casa potrebbe non interessare molto, ma alcuni appassionati di tecnologia considerano la possibilità di personalizzare il firmware come un fattore chiave nella scelta di un router domestico. Vedi anche: Marche di router wireless Wi-Fi per reti di computer domestiche.

Esperto di sistemi operativi e soluzioni Microsoft per le aziende, ma anche appassionato di viaggi, automobili e di politica internazionale. Mi occupo di Information Technology da oltre 20 anni.

Rispondi